ROI campagne

Pubblicazioni 2018

SUMMIT: il più potente supercomputer del mondo
04.07.2018 – Con una capacità di calcolo di 200 PetaFlops (200 milioni di miliardi di operazioni al secondo), SUMMIT è attualmente il supercomputer più potente e il più grande dotato di intelligenza artificiale del mondo. Ospitato presso l’ORNL del DOE (USA), SUMMIT verrà utilizzato in vari campi della Scienza: dai sistemi biologici alla Fusione Nucleare, dalla Fluidodinamica all’Astrofisica, alla Scienza dei Materiali. (Image credit: Carlos Jones/Oak Ridge National Laboratory, U.S. DOE)
 
CLAIRE: un centro UE sull’Intelligenza Artificiale
02.07.2018 – Con l’obiettivo di consentire all’Europa di rafforzare la sua leadership mondiale nel settore di frontiera dell’Intelligenza Artificiale, vari accademici e scienziati hanno costituito CLAIRE (Confederation of Laboratories for Artificial Intelligence Research in Europe), un’iniziativa che propone la realizzazione di una rete di centri di ricerca di eccellenza strategicamente collocati nell’UE, e di un hub centrale per ospitare le principali infrastrutture (server). (Image credit: Laurent T./Shutterstock)
 
Robot controllati con il pensiero e i gesti delle mani
21.06.2018 – Un team di ricerca del MIT CSAIL (USA) ha messo a punto un software che consente ad un’interfaccia cervello-computer di impartire dei comandi ad un robot traducendo in istruzioni il pensiero e i gesti delle mani. Il sistema è in grado di riconoscere l’attività muscolare e, leggendo l’elettroencefalogramma, i segnali delle onde cerebrali, consentendo di correggere immediatamente gli eventuali errori di esecuzione del robot. (Image credit: MIT/CSAIL Distributed Robotics Lab)
 
ENEA: CRESCO 6, un supercomputer da 700 Tflop/s
03.06.2018 – L’ENEA ha inaugurato CRESCO 6, un supercomputer con una capacità computazionale di 700.000 miliardi di operazioni matematiche al secondo (700 TeraFlops). Il supercalcolatore, realizzato nell’ambito del progetto CRESCO e frutto di una partnership tra ENEA e CINECA nel contesto di EUROfusion, sarà di supporto alle attività di ricerca in vari settori: dallo sviluppo di nuovi materiali alla Fluidodinamica, dalla Chimica Computazionale alle biotecnologie. (Image credit: ENEA)
 
iCub, il robot bambino dell’IIT sta “crescendo”
21.04.2018 – Sviluppato dall’IIT, iCub è un robot umanoide progettato specificatamente per supportare la ricerca nel campo dell’intelligenza artificiale. Con una pelle sensibile su tutto il corpo, è in grado di gattonare, camminare, sedersi e interagire con l’ambiente. Nell’articolo pubblicato su Science Robotics iCub: The not-yet-finished story of building a robot child vengono ripercorse dal 2004 le tappe della sua evoluzione tecnologica. (Image credit: IIT – Istituto Italiano di Tecnologia)
 
Robot con muscoli artificiali ispirati agli origami
12.02.2018 – Scienziati del MIT e della Harvard University (USA) sono riusciti a realizzare varie tipologie di robot con muscoli artificiali ispirati agli origami. Costruiti con parti morbide e materiali flessibili in acciaio e plastica, essi sono in grado di cambiare forma e geometria, e di sollevare fino a 1.000 volte il loro stesso peso. I risultati di questa ricerca sono pubblicati su PNAS nell’articolo Fluid-driven origami-inspired artificial muscles. (Image credit: Wyss Institute/Harvard SEAS/MIT CSAIL)